• en
Sentieri Naturalistici2018-08-22T15:00:40+00:00

SENTIERI NATURALISTICI

La Val di Cecina conserva le testimonianze di millenni di presenza e di attività umana, in un singolare contesto paesaggistico. Gli antichi insediamenti, ancora oggi ben identificabili, punteggiano il paesaggio con le fortificazioni e gli antichi “Castrum”, sui rilievi più elevati, i borghi, le pievi e le abitazioni rurali. All’interno di questo contesto è presente una fitta rete di sentieri e di antichi tracciati che consentono di scoprire zone incontaminate di particolare suggestione, con uno scenario che muta in continuazione, dando la percezione del ritmo naturale, a misura d’uomo, che pervade un’area pressoché intatta.

Le Riserve di Berignone-Tatti, di Monterufoli-Caselli e di Montenero fanno parte del sistema delle Riserve Naturali dell’Alta Val di Cecina.

La morfologia dei luoghi è assai movimentata con l’alternarsi di affioramenti rocciosi, zone di erosione, profonde incisioni vallive, corsi d’acqua. Grandi estensioni di macchie sempreverdi e di boschi decidui coprono quasi ininterrottamente la Riserva che, oltre che per la flora e la vegetazione è estremamente interessante anche per la grande biodiversità faunistica in cui spiccano i rapaci e la presenza del Lupo, e per le numerose mineralizzazioni associate agli affioramenti ofiolitici (rame, zolfo, calcedonio, magnesite, lignite ecc) che hanno dato luogo nel passato ad intense attività estrattive di cui oggi rimangono affascinanti testimonianze.

La morfologia dei luoghi è assai movimentata con l’alternarsi di affioramenti rocciosi, zone di erosione, profonde incisioni vallive, corsi d’acqua. Grandi estensioni di macchie sempreverdi e di boschi decidui coprono quasi ininterrottamente la Riserva che, oltre che per la flora e la vegetazione è estremamente interessante anche per la grande biodiversità faunistica in cui spiccano i rapaci e la presenza del Lupo, e per le numerose mineralizzazioni associate agli affioramenti ofiolitici (rame, zolfo, calcedonio, magnesite, lignite ecc) che hanno dato luogo nel passato ad intense attività estrattive di cui oggi rimangono affascinanti testimonianze.

Il sistema di fruizione è ben articolato con sentieri escursionistici e percorsi didattici che consentono di raggiungere e visitare luoghi magici e paesaggisticamente unici come il Masso delle Fanciulle, lungo il medio corso del Fiume Cecina, o come la Rocca Sillana e il Castello de’ Vescovi, rocche medievali ricche di storia,che si raggiungono dopo un bel percorso tra rocce aspre e dolci colline.

Di grande interesse anche la settecentesca Villa di Monterufoli presto sede di un centro di Educazione Ambientale e la seicentesca Fattoria di Caselli, anch’essa in fase di ristrutturazione per ospitare attività turistiche e didattiche.

PER UNA VACANZA DA SOGNO

Contattaci & Prenota




Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali.

Agriturismo Il Catrino

Lasciando la A12 al casello di Rosignano Marittimo, proseguire in direzione di “Cecina” sulla superstrada “Variante Aurelia”. Prendere l’uscita “Cecina Nord” e poi seguire le indicazioni per Volterra (SS 68). Arrivati al km 20 della SRT 68, poco prima di Ponteginori, girare a sinistra e troverete l’Agriturismo Il Catrino.

Seguire le indicazioni per Cecina percorrendo la SRT 68. Oltrepassate il paese di Ponteginori e al km 20 esatto svoltare a destra e troverete l’Agriturismo Il Catrino.